Crea sito

 
Auto dell’anno 1990 – CITROEN XM

Citroen xm

CITROEN XM auto dell'anno 1990

Citroen xm   

.  1) 390 Punti                                  2) 215 Mercedes SL             3) 214 Ford Fiesta

Lo Spot “Auto dell’anno 1990 ” – Clicca Sopra

VIDEO 1 – VIDEO 2 – Uno spot del 1989 e del 1990- Clicca   

VIDEO 3 – Bel video sulla storia della Citroen XM – Clicca

VIDEO 4  – Le mitiche sospensioni attive della Citroen XM- Clicca

———————————————————————————————————————————————–

La XM è un’autovettura di classe alta, prodotta tra il 1989 ed il 2000 in sostituzione della CX dalla Casa francese Citroën.

Storia – Citroen XM

citroen xm auto anno 1992

Alla fine del 1984 prese il via il progetto Y30, finalizzato alla realizzazione dell’erede della CX, berlina dalle linee innovative, ma in commercio oramai da 10 anni e quindi non più freschissima. Il progetto Y30 si protrasse per lungo tempo, ben 4 anni e mezzo, e si concretizzò solo il 23 maggio del 1989 con la presentazione della nuova ammiraglia Citroën: la XM, le cui vendite in Italia iniziarono a partire dal mese di novembre. La Citroen XM era caratterizzata da un design molto spigoloso, frutto della matita del noto stilista automobilistico italiano Bertone: egli prese molti spunti da uno dei capolavori della casa francese, la grande coupé Citroen SM, di cui la XM conserva l’impostazione del frontale e il taglio della linea di corda posteriore.

citroen xm interni

Per gli interni invece ci si rifece agli standard del tempo, che volevano un cruscotto molto ampio e solare e una plancia ergonomica ma ben rifinita: le versioni di punta non lesinavano quanto a prestigio, dalla radica alla pelle a tutte le rifiniture di maggior eccellenza. Al di là delle particolarità estetiche la XM era poi caratterizzata da migliorie tecniche su molti fronti, molte delle quali tese a migliorare gli aspetti che la ormai vecchia CX non poteva più soddisfare; sulla XM furono montate sospensioni idrauliche a controllo elettronico che potessero correggere eventuali scompensi in curva, migliorando così ulteriormente i già ottimi risultati in termini di tenuta conseguiti dalla CX.

Citroen XM 1990 auto dell'anno

Citroen xm interni

Un altro aspetto della CX che la XM riuscì a migliorare fu l’abitabilità interna, decisamente ampliata attraverso l’adozione di un passo e di una carreggiata più lunghi nonché attraverso l’aumento dell’altezza interna.Contemporaneamente la XM manteneva tutte le caratteristiche salienti delle grandi ammiraglie francesi, ovvero qualità stradali eccellenti e comodità ancor oggi ineguagliata.

La bontà globale del progetto era ben visibile e infatti la XM fu eletta Auto dell’anno per il 1990.

Nel 1991 fu presentata anche la XM Break, ossia la versione station wagon, che grazie ai suoi quasi 5 metri di lunghezza divenne la più grande tra le familiari in produzione in quel periodo. Durante i primi due anni di produzione e nonostante il suo prezzo di partenza fosse ben più alto della sua progenitrice, la XM ottenne buoni risultati in termini di vendite; nei primi due anni vennero immessi sul mercato oltre 130.000 esemplari ma ben presto il trend ebbe a fermarsi bruscamente.

citroen xm break auto epoca

L’auto fu infatti realizzata durante un periodo di crisi della Casa francese, che scelse di assemblarla facendo economia su alcuni componenti critici: è per esempio il caso di alcuni connettori elettrici che, dopo poco tempo, tendevano a ossidarsi mandando in panne i sistemi elettronici della vettura. Un altro enorme difetto della XM furono i tamponi delle sospensioni anteriori, soggetti a rotture improvvise con tanto di fuoriuscita degli steli dal cofano motore. Il restyling del 1994, che si tradusse piccoli aggiornamenti alla carrozzeria ma in un cruscotto completamente nuovo, fu anche l’occasione per ovviare a questi ed altri difetti.

citreoen xm

A 4 anni dal suo lancio l’auto venne perfezionata e il risultato fu davvero notevole ma il danno d’immagine causato dai tanti problemi della prima serie destinò la XM ad una fine di carriera non molto brillante: le vendite calarono di anno in anno con costanza, fino a raggiungere un totale di 300.000 unità complessive. La drammatica uscita di produzione venne decretata in tutta fretta nel 2000 ma soltanto nella primavera del 2001 venne messa in commercio la C5 che, ponendosi per dimensioni tra la la Xm e la Xantia, non poteva ricoprire appieno il ruolo di ammiraglia della Casa francese. Di fatto, la fine della XM lasciò la casa francese completamente priva di una vettura nel segmento ammiraglie per quasi 5 anni: nell’autunno del 2005 vi fu infatti il lancio della sua erede diretta, la maestosa C6. Sebbene le vendite totali non siano state molto entusiasmanti, oggi la XM è oggetto delle attenzioni di molti appassionati e un po’ dappertutto stanno sorgendo Club di modello che valorizzano una vettura ottima e al contempo decisamente sfortunata.

Citroen xm 1990 posterioreTesto tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/Citroen_XM

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.