Crea sito

PIù CI PENSO / NON SI PUò MORIRE DENTRO – Gianni Bella – (1974/1976)

Gianni BellaGIANNI_BELLA_anni_70

Più ci penso (1974) Video – Clicca Sopra

Non si può morire dentro (1976) Video – Clicca Qui

—————————————————————————————————————-

Gianni Bella

Gianni Bella (Catania, 14 marzo 1947) è un cantautore italiano.

Cantante e chitarrista di alcuni gruppi catanesi, alla fine degli anni sessanta Gianni Bella si trasferisce al nord Italia al seguito della sorella Marcella, che muove i primi passi come cantante. Nel 1972 Marcella partecipa al Festival di Sanremo con la canzone Montagne verdi, scritta da Gianni e Giancarlo Bigazzi.

Gianni_bella_marcella_bella_anni_70

Mentre Marcella si impone tra le cantanti italiane di maggiore successo, Gianni comincia la propria carriera solista, sempre con l’aiuto dell’autore Bigazzi, e subito ottiene un buon esito partecipando a Un disco per l’estate 1974 con Più ci penso (che rimane dal 3 agosto al 23 novembre 1974 nella top ten italiana), manifestazione cui torna con minor successo l’anno successivo con Oh mama. Nel 1976 con la canzone Non si può morire dentro vince il Festivalbar, manifestazione cui torna con un buon successo due anni dopo cantando

1974_Gianni_Bella_Più_ci_penso

No. Neglianni ottanta, oltre all’attività di solista e di autore per la sorella, nonché di fecondo e molto valido compositore per molti altri artisti, inizia la collaborazione con Mogol, che diventa suoautore e produttore, e alla fine degli anni novanta firma uno dei maggiori successi della carriera di Adriano Celentano: L’emozione non ha voce, grazie alla quale l’album Io non so parlar d’amore rimane per ben due anni nella top 50 italiana.

non

Il 15 gennaio del 2010 l’artista viene colpito da un ictus e ricoverato presso l’ospedale San Giorgio di Ferrara, centro specializzato nella riabilitazione. Su Facebook viene creata un’apposita pagina che in poche ore fa registrare quasi 4.000 iscritti, a testimonianza dell’affetto e stima rimasti immutati negli anni da parte del suo pubblico. Dopo una degenza durata sette mesi, l’artista viene dimesso grazie ai notevoli miglioramenti ottenuti e si mette subito al lavoro insieme all’amico Mogol ed a Geoff Westley per ultimare l’opera teatrale Storia di una capinera, tratta dall’omonimo romanzo di Giovanni Verga ed iniziata nel 2006. A0405

Gianni_bella_marcella_bella_oggi_dopo_malattia

 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.