Crea sito

C’era una volta l’ AEROBICA – (Anni ’70/80)

Aerobica

aerobica
Jane Fonda negli anni ’70

Lezione di Aerobica da Jane Fonda – Clicca Sopra

 VIDEO 2 – La trasmissione di Barbara Bouchet del 1983 – Clicca

——————————————————————————————————————

Nelle scienze motorie, un esercizio ginnico-condizionale viene definito aerobico quando l’ossigeno diventa parte determinante del processo di risintesi dell’ATP.

aerobica

Fisiologicamente, un esercizio aerobico diventa tale quando le scorte di glicogeno muscolare non sono più sufficienti a consentire la ri-trasformazione dell’acido piruvico in ATP. Per questo motivo, un esercizio comincia ad essere aerobico solo quando lo sforzo è prolungato per più di 3-4 minuti; un esercizio totalmente aerobico è uno sforzo prolungato per più di venti minuti circa.

A livello di consumo energetico, un esercizio aerobico è certamente meno efficace ma sicuramente più efficiente di un esercizio anaerobico.

Storia dell’Aerobica

aerobica
Lezione di Jane Fonda negli anni ’80

Nel contesto dell’attività fisica e ginnica, l’aggettivo “aerobico” fu introdotto nel 1968, grazie al titolo del libro del dottor Kenneth Cooper; l’opera fu il risultato di studi approfonditi sul rapporto tra l’ipocinesi (attività fisica notevolmente ridotta) e le malattie cardiovascolari, studi che furono stimolati da un rapido aumento di peso (20 kg) da lui stesso subito durante il dottorato in medicina all’interno dell’ambiente militare.

aerobica

Gli esercizi che l’autore pianificò per perdere il peso acquisito si basavano su un coinvolgimento del sistema di consumo energetico aerobico, applicati ai vari sport che necessitano di molto utilizzo di ossigeno: il nuoto, la corsa (jogging), e il ciclismo. Ognuno di questi esercizi, che doveva essere eseguito con un’intensità media per un periodo di tempo prolungato, provocava benefici all’organismo attraverso la tonificazione del sistema cardiovascolare, con un conseguente miglioramento del fisico (aumentomassa muscolare, diminuzione massa grassa).

aerobica

Cooper inventò un sistema di valutazione dell’allenamento, che venne diviso per punteggi e distribuito su una griglia settimanale. La somma dei punteggi ottenuti giorno per giorno determinava il livello di allenamento raggiunto sfruttando la capacità aerobica. Partì inizialmente solo dalla corsa (jogging) che dai suoi allievi venne a lungo andare ritenuta noiosa.

Barbara Bouchet 1983

Jackie Sorensen, insegnante di ginnastica, colse così la palla al balzo; studiò i movimenti del jogging, li tramutò in passi e salti e li fece eseguire a tempo di musica: siamo negli anni settanta e nasce la ginnastica aerobica, che dalla massa venne subito recepita come eccellente e divertente allenamento di tonificazione corporea e valido aiuto contro gli inestetismi tipici della figura femminile.

Alla fine degli anni ottanta, dopo la diffusione presso il grande pubblico dovuto a personaggi dello spettacolo, la ginnastica aerobica venne descritta sotto il profilo scientifico da organismi internazionali quali ACSM (American College of Sport Medicine), AFAA e associazioni professionali quali l’IDEA. ( 2mar18 )

aerobica Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Esercizio_aerobico

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.