Crea sito

BRACCIO DI FERRO – Serie Animata / Fumetto – (Dal 1928)

Braccio di Ferro

braccio di ferro popeye

Braccio di Ferro 1° episodio del 1933 – Clicca Sopra 

VIDEO 2 – Episodio a colori del 1936 – Clicca

VIDEO 3  Un episodio a colori e in Italiano anni 60 (da notare la casacca bianca) – Clicca

——————————————————————————————————————

Braccio di Ferro (Popeye) è un personaggio della serie omonima originariamente chiamata con il nome The Thimble Theatre e creata da Elzie Crisler Segar nel 1919. Anche se Braccio di Ferro è apparso solamente il 10 settembre 1928, è diventato subito il personaggio principale di questo fumetto (a cominciare dal 17 gennaio 1929). È protagonista anche di molti cartoni animati.

Caratteristiche

Braccio di Ferro è un marinaio, guercio di un occhio, con una caratteristica pipa sempre in bocca, che in alcuni episodi si trasforma in diversi oggetti che lo portano in salvo, e altresì utile per la caratteristica sigla finale nel cartone animato per via del particolare suono che emette (simile a quello di un piroscafo); ha un corpo nerboruto, soprattutto gli avambracci sproporzionati, abbinate a gambe corte, che portano entrambi un tatuaggio tipico dei marinai: un’ancora. Sembrerebbe quasi una corporatura scimmiesca, ma Popeye è una persona con una postura assolutamente corretta, e la schiena ben diritta.

Esistono fondamentali differenze tra il personaggio dei fumetti e quello derivato nei cartoni animati. Il secondo è un tipico prodotto d’intrattenimento, privo di spessore nelle narrazioni, che sono costituite da scazzottate, rapimenti, risse e il lieto fine.

Le ultime serie del cartoon sono di qualità realmente bassa rispetto alle prime, se non altro molto belle graficamente.

Il personaggio originale è sostanzialmente un uomo di mare, forte, ignorante, indurito da risse, bevute e permanenze in galera. La sua forza sovrumana e la sua resistenza sono all’inizio poco marcate, e quando i suoi ‘poteri’ si manifestano, sono un qualcosa che ha a che vedere con intenti spesso satirici e non di spettacolo. Inizialmente Popeye (che significa occhio sporgente) non è un personaggio che va in giro con gli spinaci. Ne mangia, perché la loro ricchezza in ferro all’epoca era molto apprezzata nelle diete dei pugili, ma non li usa come pozione magica. Eppure è talmente duro da resistere anche ai proiettili delle pistole.

Egli è un uomo di buon cuore e di pessima cultura. Il suo linguaggio è sgrammaticato, la sua vera forza è un atavico buon senso. Una delle sue frasi preferite è: “È all’incirca la mia unica buona qualità. Non serve cervello per essere buoni”.

Braccio di ferro popey

Col tempo il personaggio si evolve, ma la sua figura resta sempre quella di un ammazzagiganti, che sembra indifferente alla stazza dei suoi avversari, quasi che il detto ‘più sono grossi più fanno rumore quando cadono’ gli si adatti alla perfezione. Il suo fisico è a tutti gli effetti, comparabile nel mondo reale con quello di un pugile di media taglia. La sua prontezza muscolare è evidente quando colpisce gli avversari: spesso, con le sue lunghe braccia e i suoi grossi e pesanti pugni, arriva in faccia agli avversari con colpi micidiali prima ancora che il malcapitato abbia il modo di proteggersi o di reagire. La rapidità del movimento e il peso dei pugni di Popeye sono capaci usualmente di stendere un avversario con un colpo solo. Anche come incassatore Popeye è formidabile, come anche la sua forza.

Influenza culturale  

Società  

Essendo gli spinaci un alimento vegetale ad alto contenuto di ferro, ed essendo Braccio di Ferro un personaggio immaginario con una forza sovrumana, l’associazione Braccio di Ferro-spinaci, ovvero il fatto che mangiando spinaci si diventa forti come Braccio di Ferro nacque a scopo promozionale per invogliare i bambini a nutrirsi di questa verdura senza fare capricci. Il personaggio di Braccio di Ferro, non a caso, fece la fortuna dei coltivatori di spinaci, tanto che i contadini di una località texana, Crystal City, gli eressero una statua per ringraziarlo.

Braccio di Ferro Serie Animata

Braccio di Ferro è una serie a fumetti statunitense fatta nascere dal fumettista Elzie Crisler Segar ed originariamente chiamata The Thimble Theatre, da cui sono tratte diverse omonime serie a cartoni animati.

La serie nacque nel 1919, ma il personaggio principale vi comparve per la prima volta il 17 gennaio 1929 ed ottenne subito un grande successo, tanto che dopo poco tempo divenne il protagonista indiscusso del fumetto.

Il fumetto originale, ora chiamato “Popeye” continua settimanalmente ad arricchirsi di storie inedite scritte e disegnate da Hy Eisman, mentre inizialmente, dopo la scomparsa precoce di Segar, fu l’assistente di quest’ultimo, Bud Sagendorf, a portare avanti questa serie a fumetti.

I primi cartoni animati ispirati al fumetto furono prodotti per le sale cinematografiche dai fratelli Fleischer.

Braccio di Ferro fece la sua prima comparsa il 14 luglio 1933 nel cortometraggio Popeye The Sailor. Nel primo cartone animato dedicato a Braccio di Ferro fa un’apparizione anche Betty Boop, come danzatrice in abiti hawaiiani.

Sono cortometraggi di 20 minuti circa, prodotti inizialmente per il cinema e in seguito per la televisione. Esistono diverse serie. Le puntate della prima e della seconda serie seguono uno schema molto rigido: introduzione, comparsa dell’antagonista, scazzottata, quasi-sconfitta, spinaci e vittoria. Questa ripetitività è sottolineata dalla colonna sonora, in particolare dallo squillo di tromba che accompagna l’apparizione della scatola di spinaci. Nella prima serie, Bruto compare come avversario in ruoli molto differenti, dal mago al direttore d’orchestra a Sindbad il marinaio, oltre che del prepotente di turno. Nella rappresentazione dell’antagonista come omaccione barbuto, si può vedere una somiglianza con certe comiche di Chaplin. Nella seconda serie, Braccio di Ferro e Bruto sono due marine, spesso colleghi di stanza. La casacca nera di Braccio di Ferro viene cambiata con una divisa bianca. Braccio di Ferro (Popeye), marinaio guercio, nerboruto e divoratore di spinaci è il protagonista indiscusso delle storie.

Innamorato della sua ragazza Olivia (Olive Oyl) che è allo stesso tempo corteggiata dall’acerrimo nemico Bluto, poi ribattezzato Bruto (Brutus), trova sempre il motivo per fare cagnara. Anche se Bluto è visibilmente più grande e forte di Braccio di Ferro finisce con il perdere sempre, poiché Braccio di Ferro ha un’arma segreta, i suoi inseparabili spinaci, dei quali ingoia un barattolo intero, che gli donano una forza sovrumana.

Gli spinaci giungono a pochi minuti dalla fine dell’episodio, seguita dalla sigla cantata dal protagonista, che conclude fischiando con la pipa. (In alcuni episodi, la sigla è cantata da altri personaggi, che al posto della pipa emettono un suono ripetuto due volte con un oggetto che utilizzano per tutta la durata del cartone.

Un altro personaggio caratteristico, degli amici di Braccio di Ferro, è Poldo Sbaffini (J. Wellington Wimpy), molto pigro, sempre sfaccendato e grande divoratore di panini, oltre a Pisellino (Swee’ Pea), un neonato vestito con un lungo camicione, arrivato dentro un pacco postale alla redazione del quotidiano di cui Popeye è comproprietario.

Rispetto al fumetto Bluto è l’antagonista principale: mentre nel fumetto di Segar compare una sola volta, è stato reso un comprimario abituale da Sagendorf; Poldo è per lo più una spalla comica (nel fumetto è un truffatore astuto oltre che affamato)

Il 1º gennaio del 2009 è scaduto in Europa il copyright sulle immagini di Braccio di Ferro. Negli Stati Uniti la scadenza corrispondente è prevista per il 2024. Rimane invece presente la tutela sul marchio costituito dal nome del personaggio: i diritti sul nome “Popeye” rimangono di proprietà dell’azienda King Features Syndicate.

Braccio di Ferro – Fumetto

Il fumetto prende il nome dal protagonista, ma inizialmente Braccio di Ferro era un comprimario nella serie The Thimble Theatre. Nella storia dove Braccio di Ferro appare per la prima volta, il 10 settembre 1928, il protagonista era Dante Bertolio (Castor Oyl). Ben presto Braccio di Ferro assurge al ruolo di personaggio principale. Con la scomparsa del nome di “The Trimble Teatre”, Braccio di Ferro ottiene una serie a fumetti totalmente incentrata sul suo personaggio a partire dal 17 gennaio 1929, serie che per l’appunto Segar intitolerà “Popeye”.

Braccio di Ferro – N° 423 del 1985

La storia in cui appare per la prima volta Popeye (nella serie The Thimble Teatre), è “La Gallina fischiona africana“.

Uno degli avversari principali in questa serie è la Strega del Mare (Sea Hag) che compare per la prima volta nella stessa avventura in cui appare Braccio di Ferro. Nel fumetto, in originale, i personaggi parlano con un accento terribile ed errori di pronuncia. In certe versioni italiane si cerca di rendere questa pronuncia.

braccio di ferro fumetto 1968
Braccio di Ferro – N° 17 del 1968

Il taglio del disegno di Popeye è scarno ed essenziale. A differenza di altri fumetti grossomodo contemporanei, come Flash Gordon, le vignette sono disegnate in maniera tale da prediligere il tratto e l’effetto. I paesaggi dello sfondo sono privi di molti dettagli, le inquadrature dei personaggi sono in genere piuttosto strette, il disegno è caricaturale, tuttavia Segar ha un tratto tale da non farlo sentire un limite. Per quello che le storie mostrano, anche dei personaggi, c’è tutto quello che serve per inquadrarle.

Dopo la morte di Elzie Crisler Segar, le avventure del personaggio sono state continuate da un suo allievo, Bud Sagendorf. Dopo la morte di quest’ultimo, le strisce vengono attualmente realizzate da Hy Eisman, attuale disegnatore delle tavole domenicali di un’altra celebre striscia Usa, The Katzenjammer Kids. Nella storia del personaggio a fumetti sono intervenuti anche altri autori (Bobby London, Tom Sims, Ralph Stein, Doc Winner, Bill Zaboly, etc.). A0395

Braccio di Ferro – N° 262 del 1993

Tutti i nomi, immagini e marchi registrati sono Copyright © King Features Syndicate e degli aventi diritto, vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo