Crea sito

BIANCOSARTI – Carosello e non solo – (Anni 60/70)

Biancosarti

Bottiglia Biancosarti da collezione vintage

Carosello Biancosarti del 1962 – Clicca Sopra 

VIDEO 2 – Il Carosello con il Tenente Sheridan – Clicca  

VIDEO 3 – Lo spot con Raul Casadei del 1979 – Clicca  

VIDEO 4 – Uno spot fine anni 80 con Tony Savalas – Clicca  

———————————————————————————————————————————

Il Biancosarti è un liquore dolce. Viene prodotto tramite distillazione di erbe, spezie e fiori, ed il suo gusto particolare nasce dalla forte presenza di cortecce e radici. È prodotto e distribuito dal Gruppo Campari dal 1995, dopo l’acquisizione del marchio dal gruppo olandese Bols Wessanen.

Il Biancosarti è di colore chiaro e brillante e ha un sapore dolce. La sua gradazione alcolica è del 28%, da cui il famoso slogan “Biancosarti: l’aperitivo vigoroso” che lo ha reso celebre in numerose pubblicità che hanno visto tra i testimonial personaggi come il tenente Sheridan nel dopoguerra, e successivamente il tenente Kojak negli anni 70. Anche Giorgio Gaber ha interpretato vari caroselli per il Biancosarti, nel 1967 e nel 1968.

Carosello con giorgio gaber e biancosarti

Il Bianco sarti può essere bevuto come aperitivo, liscio, con ghiaccio o con selz. Esistono inoltre anche cocktail e long drink a base di Biancosarti.

Il Bianco sarti è tornato in voga tra il pubblico giovanile degli anni 2000 a causa del suo gusto e aspetto vintage. Il regista Stefano Moro ha diretto un recente spot pubblicitario in cui sono presenti numerose citazioni del cinema horror, tra cui Jason di Venerdì 13.

Il gruppo Oi! italiano Billy Boy e la sua banda ha intitolato il suo album di esordio Bianco sarti, Trippa e Sodomia.

Il Biancosarti è considerato cugino del Cynar a causa dell’utilizzo dello stesso tipo di bottiglia per i due prodotti. A1444

   

 
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.