Crea sito

Auto dell’anno 1997 – RENAULT MEGANE SCENIC

   

            

  1)  405                                             2) 293  Fordi Ka                        3) 248 V.Passat

Renault Scénic, già commercializzata come Renault Mégane Scénic dal 1996 al settembre 1999, è un’autovetturamonovolume di taglia media, prodotta a partire dal 1999 dalla Casa automobilistica francese RenaultSin dall’inizio del progetto X64, da cui poi è nata la famiglia Mégane, la Renault aveva in mente di realizzare una monovolume di taglia media, da mettere a metà strada fra la piccola neonata Twingo e la storica Espace, che col susseguirsi delle generazioni stava crescendo esponenzialmente in dimensioni. Fu così che si realizzò una monovolume con soli 5 posti, ma che per il resto non aveva niente da invidiare alle avversarie di taglia maggiore. I vertici Renault credevano talmente tanto in questo progetto che decisero di mettere in secondo piano lo sviluppo della versione station wagon, pensando di dirottare su questa nuova categoria di autovetture inventata dalla Scénic la clientela della station. Quattordici mesi dopo la presentazione della Mégane berlina (ma in Italia furono solo 8 per via della ritardata commercializzazione) fu presentata la prima monovolume compatta dell’era moderna. La novità stava proprio nel fatto che nelle dimensioni di una vettura compatta, grazie allo sviluppo in altezza, c’era lo spazio di una vettura di dimensioni ben superiori. L’idea innovativa le valse il titolo di Auto dell’anno nel 1997.

Già alla fine del 1997 la Scénic era diventata un fenomeno automobilistico, e le consegne erano a 6 mesi, complice anche la chiusura in maggio dello stabilimento belga di Vilvoorde, che la produceva. Le case concorrenti furono costrette a correre ai ripari, per recuperare mercato in una categoria fino ad allora sconosciuta.

Fu così che si svilupparono 2 correnti di pensiero: alcuni continuavano a pensare che una monovolume dovesse avere per forza 7 posti, e si sforzarono di metterli nel minor spazio possibile come nel caso di Opel Zafira e Volkswagen Touran. Altri costruttori invece preferirono seguire la strada intrapresa da Renault, confidando nella genuinità dell’idea pionieristica, e diedero la luce alla Citroën Xsara Picasso e Hyundai Matrix. Ci furono anche soluzioni intermedie, come la Fiat Multipla a 6 posti.

 





free counters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.