Crea sito

Auto dell’anno 1976 – SIMCA 1307

Uno spot dell’epoca – Clicca

 

 1) Simca 1307 192 Punti           2) BMW 316  144 Punti      3) Renault 30 TS 107 Punti

simca-1307-brochure

La 1307/1308/1309 era un’autovettura di classe medio-alta prodotta dalla casa automobilistica francese Simca a partire dal 1976. Eletta Auto dell’anno 1976, fu presentata al Salone di Parigi nell’ottobre dell’anno precedente.

Fu la prima vettura a portare sul cofano il doppio marchio Simca-Chrysler e, come logo, lo stemma pentagonale. Sul mercato inglese venne commercializzata con il nome di Chrysler Alpine.

La Prima serie (1307-1308-1309)

simca-1307-pubblicità

Nata per sostituire le obsolete Simca 1301/1501, ultimo restyling delle 1300/1500 nate nel 1963, la nuova media presentava parecchie novità. La linea, molto squadrata, abbandonava la configurazione a tre volumi classica, per adottare quella a due volumi fastback, con portellone posteriore (soluzione adottata vari anni prima dalla Renault, coi modelli 16 e 20 e dalla Volkswagen Passat). I paraurti, integrali, erano in plastica. Anche dal punto di vista tecnico la vettura era al passo coi tempi: la trazione era anteriore, le sospensioni a ruote indipendenti con barre di torsione (quella posteriore con bracci triangolari) e l’impianto frenante di tipo misto (con dischi davanti). Poche novità, invece, per i motori. La gamma, all’esordio, comprendeva il noto 4 cilindri in linea con albero a camme laterale di 1294cc e la sua evoluzione (ottenuta aumentando la corsa) di 1442cc. Entrambi i motori erano alimentati a carburatore.

 i

La gamma d’esordio comprendeva:

  • 1307 GLS con motore di 1294cc da 68cv e cambio a 4 marce
  • 1307 S con motore di 1294cc da 82cv e cambio a 4 marce
  • 1308 GT con motore di 1442cc da 85cv e cambio a 4 marce

Simca_1308_aperta

Brillanti e parchi nei consumi, questi motori erano caratterizzati dal forte rumore di punterie che emettevano quando la manutenzione non era ottimale. Del resto la loro architettura, molto tradizionale, puntava soprattutto su robustezza e semplicità costruttiva. Anche le finiture (con le plastiche assai rigide e dure) non erano granché, ma il confort di marcia, l’abitabilità interna e il prezzo concorrenziale favorirono il buon successo del modello. In anticipo sui tempi, il modello fu tra i primi ad adottare l’accensione elettronica senza contatti (a effetto Hall), che eliminava fastidi e manutenzione dei sistemi tradizionali. Il comportamento stradale, poi, era molto sicuro e la velocità di punta delle varie versioni traeva vantaggio dalla buona efficienza aerodinamica della carrozzeria.

Nel 1978 apparve la 1308 S, con lo stesso motore della GT ed un livello di finitura inferiore. Nel 1979 venne lanciata la 1309 SX, mossa da un motore di cilindrata incrementata a 1592cc (88cv) e finiture più curate. ( 1nov15 )

simca-1308-s-interni

 Teso tratto e modificatohttp://it.wikipedia.org/wiki/Simca_1307

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.