Crea sito

ALIEN – Ridley Scott – (1979)

Alien 

Alien

Alien è un film horror fantascientifico del 1979 diretto da Ridley Scott.

Ha dato origine ad una fortunata serie di pellicole e fumetti. È considerato uno dei capolavori del regista Scott. Le vicende ruotano attorno ad una terrificante specie aliena, che nel film viene identificata con la generica definizione xenomorfa. Queste creature sono delle perfette macchine per uccidere e si riproducono parassitando gli altri esseri viventi, che muoiono al momento della nascita del piccolo alieno.

VIDEO del Trailer – Clicca Sopra 

VIDEO 2 – Una scena tagliate – Clicca

alien-1979-24-g

Alien è il primo film della serie. Finora ha avuto tre sequel, sempre con Sigourney Weaver come protagonista: Aliens – Scontro finale, Alien3 ed Alien: la clonazione. Sono stati inoltre prodotti due prequel, Alien vs Predator e Alien vs. Predator 2, in cui vengono narrate vicende accadute centinaia di anni prima rispetto al primo film, che sono anche un crossover con un’altra serie cinematografica, Predators, avente per protagonisti dei feroci alieni predatori.

alien

Alien ripropone il filone fanta-horror degli anni cinquanta, svuotato dell’ingenuità che caratterizzava i film di quegli anni. Diversi sono gli elementi di rilievo: l’accurata orchestrazione visiva del regista Ridley Scott introduce un’estetica gotica ribaltando l’ambientazione stile NASA del cinema di fantascienza degli anni settanta in cui a predominare era la purezza del bianco e degli ambienti geometrici. In questo modo con questo film – e con il successivo Blade Runner – Scott spinge a livelli estremi la cupezza ed il pessimismo che il genere aveva sviluppato in quegli anni.

Alien_ridley_scott_1979

Qui infatti ci troviamo di fronte alla rappresentazione di forme indefinibili e di una fusione “oscena” dell’umano con l’alieno, dell’organico con l’inorganico secondo l’estetica dell’artista svizzero H. R. Giger. Si vedano a tal proposito il look del pianeta, del relitto alieno, e dell’alieno stesso, tutti disegnati e realizzati da Giger (all’italiano Carlo Rambaldi viene dato il compito di mettere a punto una testa meccanica dell’alieno per i primi piani). Una delle ossessioni di Giger è quella di introdurre nell’inorganico tratti marcatamente organici (soprattutto sessuali) e viceversa.

alien

Questo lo si può vedere bene, ad esempio, nella lingua retrattile dell’alieno o nell’apertura “vaginale” che caratterizza sia le uova che l’astronave aliena. La modalità stessa di riproduzione della creatura prevede l’inseminazione forzata di un umano – uno stupro stilizzato (che include però una chiara erezione da parte dell’incosciente vittima) – e il conseguente concepimento attraverso una “penetrazione all’inverso”. Ma Scott vuole che anche il design dell’astronave madre Nostromo, enorme e labirintica, segua la stessa idea, per cui, ad esempio, nella scena finale l’alieno, accucciato in posizione fetale in un angolo della navicella di salvataggio, si confonde con le tubature pur essendo ben visibile.

L’estetica gotica, il design della creatura aliena e delle architetture biomeccaniche avranno una duratura influenza sul cinema di fantascienza degli anni a venire. Le forti allusioni di carattere sessuale continueranno anche all’interno di altri capitoli della stessa serie, anche se smorzate dall’allontanamento di Giger dal progetto. Una novità è comportata anche dalla presenza di un eroe femminile dai tratti vagamente androgini che finirà per prevalere sull’alieno. Questa fu una variazione sulla sceneggiatura originale (che non specificava comunque il sesso dei vari membri dell’equipaggio) dovuta probabimente al successo del film Halloween, la notte delle streghe di John Carpenter (1978), in cui a tenere testa al mostro è una ragazza.

Box Office

Il film, costato 11 milioni di dollari, ne ha incassati, l’anno della sua uscita, 103, di cui 79 solamente negli Stati Uniti. Il 1979 fu dominato dal sentimentale Kramer contro Kramer, che incassò, solamente in patria, 106 milioni di dollari. Nel 2003 la riedizione come Director’s Cut ha accresciuto gli incassi totali del film di ulteriori 2 milioni di dollari.

Alien_film_oscar_1979_

Sequel e crossover  

  • 1979: Alien di Ridley Scott
  • 1986Aliens – Scontro finale di James Cameron
  • 1992Alien³ di David Fincher
  • 1997Alien: la clonazione di Jean-Pierre Jeunet

Le vicende degli Alien si intrecciano con quelle dei Predator nei seguenti film:

  • 1990Predator 2 Nella lotta finale tra Danny Glover e Predator all’interno della navicella è presente il teschio di un Alien.
  • 2004Alien vs. Predator di Paul W.S. Anderson
  • 2007: Aliens vs. Predator 2 di Colin Strause e Greg Strause

alien_01

Scene tagliate 

  • Trasmissione di origine sconosciuta: Lambert effettua il rilevamento del pianeta da cui parte il segnale di SOS.
  • Lambert affronta Ripley: il motivo dello scontro è il rifiuto di Ripley a far rientrare a bordo dell’astronave i suoi compagni dopo che il face hugger aveva aggredito Kane.
  • La sorte di Kane: discussione sul destino di Kane dopo l’aggressione del face hugger.
  • Tensione tra Ripley e Parker: breve scena in cui si evidenzia il nervosismo che corre tra i due.

alien

  • Preparazione del pattugliamento: dopo la fuga del chestburster il gruppo si riunisce per organizzarne la cattura.
  • La morte di Brett: Parker e Ripley riescono a vedere per un attimo la creatura subito dopo l’aggressione di Brett.
  • Ripley tranquilizza Lambert: dopo la morte di Dallas le due donne hanno un breve dialogo da cui emergono i sospetti di Ripley verso Ash.
  • La sequenza del bozzolo: la scena tagliata più famosa, in cui Ripley scopre i corpi di alcuni suoi compagni e in cui si spiega il ciclo vitale della creatura.

Curiosità

  • Dan O’Bannon e Ronald Shusett, autori del soggetto, avevano collaborato nei primi anni settanta con i disegnatori Chris Foss e H. R. Giger per il progetto mai avviato del film Dune con la regia di Alejandro Jodorowsky. Materiale e disegni furono riutilizzati per Alien. O’Bannon aveva scritto intanto un soggetto horror che aveva per scena un bombardiere americano della Seconda guerra mondiale, trasposto nell’episodio B17 del film d’animazione Heavy metal (1980), idea embrione per Alien.
alien (1)
  • L’immagine che Ridley Scott ha scelto per la creatura aliena è stata opera della mano dell’artista H.R. Giger, il quale riprende una sua famosa scultura. Per le scene a figura intera dell’alieno si tratta di una maschera indossata da uno studente africano dalla statura superiore i due metri.
  • La scena in cui l’equipaggio della Nostromo trova dei giganteschi resti presenta delle evidenti analogie con l’analoga scena presente in Terrore nello spazio di Mario Bava, del 1965.

alien

  • Per la scena della ‘nascita’ del nuovo alieno dal corpo di Kane, gli attori non erano stati informati su quanto sarebbe accaduto, cosicché le loro reazioni fossero più naturali.
  • Lo strato nebbioso che ricopre le uova dell’alieno è stato realizzato con attrezzatura presa in prestito da un concerto degli Who. ( 4dic17 )
Testo tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/Alien
web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.