Crea sito

Tributo per ALIDA VALLI – (1921/2006)

Alida Valli

Schermata 2014-02-07 alle 1.22.02 AM

Alida Valli, nome d’arte di Alida Maria Altenburger von Markenstein und Frauenberg (Pola, 31 maggio 1921 – Roma, 22 aprile 2006), è stata un’attrice italiana.

Nasce a Pola da madre istriana Silvia Obrekar, pianista, e da padre trentino, professore di filosofia e critico musicale con ascendenze aristocratiche, barone Gino Altenburger von Marckenstein und Frauenberg, appartenente a nobile famiglia di origini tirolesi ma di sentimenti patriottici italiani.

La sua versatilità la impone anche in ruoli drammatici quale quello di Luisa in Piccolo mondo antico di Mario Soldati (1941) che al Festival di Venezia le vale un premio speciale concesso dal conte Giuseppe Volpi di Misurata come miglior attrice italiana dell’anno.

Alida Valli 1946_47
Foto Copyright Archivio Ghergo

A differenza di molti propri colleghi, nell’autunno del 1943 la Valli, per non recitare in film di propaganda fascista, rifiuta di trasferirsi negli studi cinematografici del fascismo saloino (il “Cinevillaggio” di Venezia) e rimane a Roma dove si nasconde con l’aiuto delle amiche Leonor Fini e Luciana d’Avack. Sempre nel 1943, Alida Valli porta a grande successo la canzone Ma l’amore no (di Galdieri – D’Anzi) tratta dal film Stasera niente di nuovodi Mario Mattoli, che divenne la canzone italiana di maggior successo e più trasmessa dall’EIAR nel corso dei due ultimi e più bui anni di guerra.

Nel 1944 sposa l’artista e compositore Oscar De Mejo, cugino di Leonor Fini, da cui avrà due figli: Carlo (anch’egli attore) e Larry (che seguirà invece le orme paterne diventando musicista jazz): dopo alcuni anni però i due divorziarono.

alida-valli-1

Nel 1947 la sua interpretazione di Eugenia Grandet nell’omonimo film di Mario Soldati le frutta un Nastro d’Argento come miglior attrice.

Nello stesso anno si trasferisce a Hollywood su invito del produttore Selznick che vorrebbe farne la Ingrid Bergman italiana: durante il periodo hollywoodiano l’attrice userà lo pseudonimo “Valli”. Appartengono a questo periodo, tra gli altri, Il caso Paradine di Alfred Hitchcock, in cui recitò accanto a Gregory Peck e Il terzo uomo (1949) di Carol Reed, interpretato assieme ad Orson Welles.

alida-valli-farley-granger-senso-cinema
Alida Valli nel film ” Senso “

L’attrice non sopporta le regole che le venivano imposte dal produttore che, come è noto, voleva sempre il controllo totale dei suoi attori, e ottiene la rescissione del contratto pur a prezzo di una notevole penale. Nel 1951 torna finalmente in Italia e pochi anni dopo fornisce una delle sue migliori interpretazioni nel capolavoro di Luchino Visconti, Senso (1954). Nello stesso anno il suo nome viene associato al cosiddetto caso Montesi in quanto fidanzata di Piero Piccioni, il principale indiziato dell’epoca, poi pienamente scagionato come anche Maurizio d’Assia, figlio di Mafalda di Savoia (questo scandalo ispirò a Federico Fellini un episodio de La dolce vita). Decide così di allontanarsi dalle scene per tornare davanti alla macchina da presa solo nel 1957 diretta da Michelangelo Antonioni nel film Il grido.

alida-valli

La sua fama si consolida sotto la direzione di registi quali Gillo Pontecorvo (La grande strada azzurra del 1957), Franco Brusati (Il disordine del 1962), Pier Paolo Pasolini (Edipo re del 1967). Viene richiesta anche da registi stranieri molti dei quali francesi.

Con Giuseppe Bertolucci nel 1977 partecipa al primo film interpretato da Roberto Benigni, Berlinguer ti voglio bene; Dario Argento le affida due ruoli inquietanti in Suspiria (1977) ed in Inferno (1980).

Trascorre gli ultimi anni di vita in condizioni di indigenza, al punto che le viene concesso il vitalizio previsto dalla legge Bacchelli.

Dopo la morte viene tumulata nel cimitero del Verano a Roma.

alida_valli_ultimi_anni
Una delle sue ultime interpretazioni

Premi e riconoscimenti

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
1982 La caduta degli angeli ribelli Migliore attrice non protagonista Vinto
1991 La bocca Migliore attrice non protagonista Candidatura
  David alla carriera Vinto
Nastro d’argento
Anno Titolo Categoria Risultato
1947 Eugenia Grandet Migliore attrice protagonista Vinto
1957 La diga sul Pacifico Migliore attrice non protagonista Candidatura
1977 Novecento Migliore attrice non protagonista Candidatura
Mostra del Cinema di Venezia
Anno Titolo Categoria Risultato
1997   Leone d’oro alla carriera Vinto
Grolla d’oro
Anno Titolo Categoria Risultato
1955 Senso Miglior attrice Vinto
Golden Globe
Anno Titolo Categoria Risultato
1964 L’uomo di carta Migliore attrice in un film drammatico ( 1mar17 ) Candidatura

 Di seguito carrellata di bellissime foto della bellissima Alida Valli

alida_valli_bianco_nero

alida_valli_giovanissima

alida_valli_come_era

alida_valli_attrice

alida_valli_miss_bella_attrice_

alida_valli_teatro

alida_valli_quando_era_giovane

Alida-Valli-anni_80

alida-valli-tributo

alida_valli_suspiria_dario_argento
Alida Valli nel fil ” Suspiria ” di Dario Argento

Alcune copertine a lei dedicate

alida_valli_copertina_cine

alida_valli_copertina_bolero_giovane

alida_valli_copertina_tempo_anni_50

alida_valli_copertina_domenica_corriere_1980

Alida Valli …. un sogno

alida-valli-sexi

web
free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.