UPIM grandi magazzini della nostra infanzia – (dal 1928)

UPIM GRANDI MAGAZZINI

Upim-milano-VIA-loreto-1960
UPIM Via Loreto a Milano – 1960
logo marchio UPIM dal 1967 al 1994
Il Logo della UPIM dal 1967 al 1994

Uno spot UPIM del 1968 – Clicca Sopra

————————————————————————————————————————

UPIM (“Unico Prezzo Italiano Milano“) è una catena italiana di grandi magazzini di fascia media ora gestita dal gruppo OVS.

Per ottant’anni nell’orbita de La Rinascente, nel gennaio 2010 è diventata di proprietà del Gruppo Coin, che l’ha acquisita dal Gruppo Investitori Associati/Pirelli Real Estate/Deutsche Bank/Borletti.

Fanno capo all’insegna 114 negozi diretti e 133 in franchising.

UPIM Grandi Magazzini – Una Storia travagliata

primo_magazzino_upim1928_verona
Primo UPIM Grandi Magazzini a Verona nel 1928

A fine 1927, fra il 28 novembre e il 3 dicembre, si apre sperimentalmente a Milano in piazzale Loreto un prototipo di magazzino a prezzo unico, dove venivano venduti vari articoli disposti su una scala di prezzi che andava da 1 a 5 lire. Il risultato fu molto soddisfacente con incassi di circa 6.000 lire giornaliere.

Dopo il breve esperimento milanese, si costituì il 9 maggio 1928 la società anonima UPI (“Unico Prezzo Italiano”) che in seguito, per distinguersi da un’omonima agenzia di pubblicità preesistente, divenne UPIM (la “M” stava per Milano).

upim_fronte_via_dante_1939-milano
UPIM Grandi Magazzini in Via Dante a Milano – 1939

 Il 21 ottobre 1928 fu aperto il primo negozio a Verona in via Pellicciai, avente una superficie di circa 250 mq e con un assortimento di oggetti d’abbigliamento e d’arredamento (dalla merceria ai giocattoli) con aggiunta di dolciumi a prezzi fra 1 e 4 lire. Il grande magazzino portava nel nome una caratteristica tipica dei negozi dell’epoca: l’«unico prezzo in mostra». Per evitare, infatti, che mendicanti e ladri entrassero nei locali con la scusa di ripararsi e rubassero qualcosa, si pagava all’entrata. Tutti gli oggetti in mostra avevano uno stesso prezzo (di norma 1-2-3-4 lire), così chi voleva comprare un oggetto prendeva un biglietto da 1 lira, chi ne voleva due dava 2 lire e così via, mostrando poi i biglietti con la merce all’uscita.

UPIM-Via-Porcellaga-brescia
UPIM Grandi Magazzini di Brescia Via Porcellaga
La società consegue ben presto una veloce espansione; nel 1928, oltre il negozio di Verona, vengono aperti i negozi di Milano viale Vittorio Veneto e di Brescia. L’anno successivo si aprono tre negozi a Milano (via Dante, piazza Baiamonti e corso Vittorio Emanuele) e uno a Roma, Bologna, Firenze, Padova, Ferrara, Piacenza e Bari.

Nel 1934 i magazzini U P I M erano 25 e durante il colonialismo furono aperte filiali UPIM anche nelle città di Asmara (Eritrea) e Tripoli (Libia). Queste unità cessarono la loro attività durante il secondo conflitto mondiale.

UPIM-1979

Il recente conflitto mondiale porta alla distruzione 9 negozi, al danneggiamento di 6 che rimangono in parte attivi, alla chiusura di 4 negozi e 9 furono requisiti dalle autorità militari. Nel frattempo solo 27 negozi rimasero attivi. Dai 52 negozi del 1942 si passa ai 46 negozi del 1951.

Con il boom economico post bellico si incrementano notevolmente i negozi, che arrivano a quota 69 nel 1957.

upim_oristano-anni-50
Negozio UPIM Grandi Magazzini a Oristano anni ’50

Acquisto da parte del Gruppo Fiat

Nel 1969 Upim, con il Gruppo Rinascente, viene acquisita dalla famiglia Agnelli proprietaria del Gruppo Fiat. Nel 1970 i magazzini Upim arrivarono a quota 150. Nel corso degli anni, con questa gestione, Upim vivrà una crisi di profitti continua. Strategia del gruppo era solitamente aprire nuovi negozi Upim con annesso il reparto alimentare del gruppo gestito con il marchio Sma. Nel 1975 si avvia la formula del franchising per l’affiliazione dei grandi magazzini. Negli anni la catena si afferma sempre più fra gli italiani, come concorrente diretta della Standa(fondata proprio da un ex direttore Upim, Franco Monzino), con lo slogan Prima passa alla Upim.

upim-macchine-1966

Acquisto da parte di Auchan

Nel 1997, assieme a tutto il Gruppo Rinascente, confluisce nel Gruppo Auchan. Con il gruppo Auchan iniziano a chiudere molti dei grandi magazzini siti nei centri storici e di conseguenza vengono aperte numerose filiali all’interno dei centri commerciali del gruppo.

upim_premio_vetrine_magazzini_genova_1950
UPIM premio vetrine – Genova 1950

Acquisto da parte di Gruppo Investitori Associati

Da maggio 2005 Upim viene acquisita, come La Rinascente, dal Gruppo Investitori Associati, Pirelli Real Estate, Deutsche Bank e Borletti. Il 26 giugno 2008 è stato aperto il primo negozio all’estero, nel centro di Tirana, capitale dell’Albania. Ad esso ha fatto seguito un punto vendita a Victoria, nell’isola maltese di Gozo, primo di una serie di grandi magazzini che Upim ha intenzione di inaugurare a Malta. Ad ottobre 2008 si è rilanciato lo storico marchio CROFF con la creazione dei primi corner nei principali magazzini Upim e con collezioni ad hoc.

upim_interni_anni_50_1958

Acquisto da parte del Gruppo Coin

A dicembre 2009 la Upim è stata acquistata dal gruppo Coin. Viene così a terminare una rivalità storica del panorama commerciale italiano che vedeva contrapporsi nella fascia medio-alta dei grandi magazzini: La Rinascente e Upim da una parte e Coin e OVS dall’altra. Il passaggio di proprietà comporta nel corso del 2010 un passaggio della maggior parte dei punti vendita dall’insegna Upim alle insegne Coin e OVS. I punti vendita in franchising, invece, rimarranno tali. ( 4nov17 )

Di seguito altre struggenti immagini vintage dei Grandi Magazzini UPIM

Upim-milano-VIA-loreto-1960
UPIM Via Loreto a Milano – 1960

 UPIM_

Interni UPIM anni '70
Interni UPIM anni ’70
upim_roma_anni_80
UPIM Roma anni ’80

Testo tratto e modificato: https://it.wikipedia.org/wiki/UPIM

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!
Precedente  
DRIVE IN - (1983/1988) Successivo  
BARILLA - Dove c'è Barilla c'è casa - (1987)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.