La Storia Dell’Auto: ALFA ROMEO GIULIA JUNIOR 1300/1600

alfa romeo giulia junior

Belle immagini della Alfa Romeo Giulia Junior – Clicca Sopra

VIDEO 2 – Il rombo della Alfa Romeo Giulia Junior – Clicca

VIDEO 3– Tante derapate di una Junior – Clicca  

—————————————————————————————————————–

La Giulia GT 1300 Junior 1966-1971 (che durante l’ultimo periodo di produzione perderà il nome Giulia, anche ufficialmente) fu un’auto sportiva (coupé 2+2) costruita dall’Alfa Romeo (codice del tipo di autotelaio 105.30; motore 00530).

Il Contesto

Fu l’erede della mitica Giulietta Sprint. Nata come versione più economica della Giulia Sprint GT 1600, per evidenti motivi di costo d’acquisto e gestione, divenne poi più famosa della sorella maggiore acquistando una diffusione ed una fama anche sportiva di rilievo. La prima serie era caratterizzata dal cosiddetto “cruscotto piatto”, dotato di quattro strumenti che includevano l’indicazione della temperatura dell’olio motore.

Nella sua prima versione (il primo anno con freni a disco Dunlop) mancava di dotazioni ritenute già all’epoca quasi essenziali come il servofreno, mentre la seconda versione recava solo alcune piccole modifiche tra le quali appunto il servofreno, disponibile anche in kit per post-equipaggiare le vetture sprovviste.

ALFA ROMEO GIULIA JUNIOR

La seconda serie (1969) costituì una svolta, con l’adozione di un nuovo cruscotto simile a quello della GT 1750, ruote da 14″, barra stabilizzatrice posteriore, frizione a comando idraulico e alternatore al posto della dinamo. Le prime due serie sono anche denominate “scalino”, con riferimento allo spazio che intercorre tra il bordo anteriore del cofano ed il piano del frontale. Lo “scalino” accomuna le prime due serie della Gt Junior con le Sprint GT e le GTA.

WWW.CURIOSANDO708090.ALTERVISTA.ORG

ALFA ROMEO GIULIA JUNIOR 1970 POSTER

La GT Junior era una sportiva vera, con tutte le qualità dei modelli di maggiore potenza e cilindrata quali la Sprint GT da cui derivava. Dotata di quattro freni a disco e grazie anche alla massa abbastanza ridotta, era molto ben frenata. Le sospensioni posteriori a ponte rigido soffrivano sullo sconnesso e accusavano una certa leggerezza su fondi a scarsa aderenza, ma nel complesso la tenuta di strada era molto elevata e soprattutto sincera, anche tenendo conto della tecnologia degli pneumatici di allora, che imponeva scelte oggi ritenute obsolete come il camber positivo all’avantreno e costringeva a fare i conti con carcasse e battistrada dalla deriva molto pronunciata, con evidenti problemi di deformazione in appoggio.

alfa romeo GIULIA junior gt 1300

Accelerazione e ripresa erano notevoli, data la cilindrata, però con consumi sensibili. La velocità massima superava i 170 km/h, dato molto alto in assoluto e soprattutto in considerazione del fatto che, con il rapporto piuttosto lungo della quinta marcia, era possibile tenere medie elevate senza problemi di affaticamento o surriscaldamento. Il cambio a cinque marce (all’epoca riservato a pochissimi modelli sportivi), con la quinta “lunga”, era molto maneggevole e ottimamente sincronizzato. L’escursione della leva inclinata era molto ampia, il che influenzava negativamente la velocità di cambiata.

L’impianto di raffreddamento era molto efficace anche se munito di ventola trascinata da cinghia e non elettrica. Le valvole di scarico erano cave, con all’interno sodio che fungeva da equilibratore della temperatura. Le candele erano a “quattro punte” il che contribuiva a limitare l’imbrattamento ai regimi intermedi ed eliminava la necessità della registrazione periodica del gap degli elettrodi.

Versioni

  • 1966 Prima versione prodotta (scalino).
  • 1968 Modifiche: servofreno, volante a due razze (scalino).
  • 1969 Modifiche: nuovo cruscotto, frizione a comando idraulico, gomme 165/14, nuovi sincronizzatori, regolatore di frenata, barra antirollio posteriore (scalino).
  • 1972 Modifiche: nuovo frontale, sparisce lo scalino. Nuovo filtro aria, alternatore, doppio circuito frenante. A richiesta motore 1600 cc.
  • 1974 Modifiche: carrozzeria esterna unificata con il modello 2000 GT Veloce.

 Dati

alfa_romeo_gt_1600_junior_esterni_

  • Motore:
    • Cilindri: 4 in linea in posizione anteriore longitudinale.
    • Cilindrata: 1290 cc.
    • Alesaggio: 74 mm.
    • Corsa: 75 mm.
  • Alimentazione: 2 carburatori doppio corpo Weber 40 DCOE 28, filtro aria a secco
  • Distribuzione: 2 alberi a camme in testa (doppia catena)
  • Valvole: 2 per cilindro
  • Rapporto di compressione 9:1
  • Potenza 103 CV (SAE), 88,4 CV (DIN) a 6000 giri/min
  • Coppia 14 mkg/SAE a 3200 giri/min

 

Interni

  • Trasmissione:
    • trazione posteriore
    • cambio a 5 marce tutte sincronizzate
    • rapporti di trasmissione: I) 3,304 : 1 II) 1,988 : 1 III) 1,355 : 1 IV) 1 : 1 V) 0,86 : 1
    • comando a leva centrale
    • coppia conica ipoide
    • rapporto al ponte 4,555 : 1 (9/41); pneumatici 155/15 (dalla II serie 165/14).
  • Dimensioni:
    • lunghezza 4,08 m.
    • larghezza 1,58 m.
    • altezza 1,31 m.
    • passo 2350 mm.
    • carreggiata ant. 1310 mm.
    • carreggiata post. 1270 mm.

 Motore  

  • Peso a secco 930 kg.
  • Corpo vettura:
    • sospensioni anteriori a ruote indipendenti, trapezi, barra stabilizzatrice
    • sospensioni posteriori a ponte rigido, molle elicoidali, bracci longitudinali di spinta e reazione, stabilizzatore a crociera
    • carrozzeria portante coupé due porte 2+2 posti
    • freni 4 a disco con servofreno idraulico a depressione (dal 1968).
  • Prestazioni:
    • velocità massima 173 km/h
    • km da fermo: 33,2 secondi A0226

alfa_romeo_giulia_junior_strumentazion

Testo tratto e modificato: http://it.wikipedia.org/wiki/Alfa_Romeo_Giulia_GT_1300_Junior

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Precedente NIDO DEL CUCULO Fondazione - (Nov. 2000) Successivo  
ODEON Tutto quanto fa spettacolo - (1976/1978)

Un commento su “La Storia Dell’Auto: ALFA ROMEO GIULIA JUNIOR 1300/1600

  1. Pingback: Celebrity Blog

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.