MASTERS OF THE UNIVERSE – (1981/1988)

5apr14 masters of the universe

Master of the Universe

  Uno spot del 1983 – Clicca Sopra

VIDEO 2 - Un’incredibile collezione – Clicca

——————————————————————————————————————————————————-
Curiosando 70 80 90 vi aspetta anche su FACEBOOKDiventa FAN CLICCA QUI:
——————————————————————————————————————————————————-

Masters of the Universe

masterS of universe personaggi

Masters of the Universe (definiti anche MOTU), serie di giocattoli del tipo action figure creata dall’azienda americana Mattel. Vera e propria icona degli anni ottanta, i MOTU hanno dominato il mercato dei giocattoli di quegli anni. La serie ha avuto una durata di ben otto anni – dal 1981 al 1988 – cosa ormai rarissima per una serie di giocattoli fisici in un’epoca dominata dall’entertainment elettronico.

La storia alla base della serie, ambientata nel mondo fantastico di Eternia, è la lotta tra le forze del bene, costituite dai Guerrieri Eroici (Heroic Warriors) guidati da He-Man, l’uomo più forte dell’universo e le forze del male rappresentate da Skeletor e dai suoi Guerrieri Diabolici (Evil Warriors). Col passare degli anni le schiere del male si sono ampliate con l’aggiunta di nuovi gruppi di antagonisti come l’Orda Infernale (Evil Horde) capeggiata da Hordak (maestro di Skeletor, poi diventato suo acerrimo nemico) e gliUomini Serpente (Snakemen) di re Hiss.

La Filmation, casa di produzione di cartoni animati americana ora fallita, dalla serie dei giocattoli produsse due serie di cartoni: uno appunto He-Man e i dominatori dell’universo, e l’altro She-Ra, la principessa del potere, basato su di un’altra serie di giocattoli per bambine, sempre della Mattel. Nel 1987 la serie dei MOTU è stata omaggiata anche di un film: I dominatori dell’universo (Masters of the Universe) di Gary Goddard, con Dolph Lundgren nel ruolo di He-Man.

Col cambiamento di generazione, nei primi anni novanta i Masters furono dimenticati, e la nuova serie animata realizzata, “He-Man”, d’ambientazione fantascientifica, non riuscì a risollevarne le sorti. In epoca più recente, nel 2002, la Mattel li ha rilanciati sul mercato, con un design rinnovato, curato dal Four Horsemen Studios; ma il successo è stato limitato e la serie è stata chiusa dopo poco tempo. In seguito la NECA, produttore di statuette da collezione, ha ripreso la serie, sotto forma di action figures statiche (dette appunto staction figures) realizzando i personaggi che la Mattel non aveva fatto in tempo a pubblicare, per un target di mercato mirato a soddisfare esclusivamente i MOTU-fan.

I Masters sono ancora oggi per gli appassionati di tutto il mondo, un affascinante oggetto da collezione: alcuni pezzi rari – soprattutto quelli della serie classica – vengono valutati anche in cifre molto alte, spesso oltre i mille euro. Il primo soggettista che lavorò alla storia dei Masters fu Donald F. Glut.

La prima serie di personaggi ideati dalla Mattel furono: He-Man, Skeletor, Man-At-Arms, Beastman, Mer-Man, Teela, Stratos e Zodac. Questi personaggi iniziali furono modificati moltissimo in corso d’opera: Zodac era schedato nei cattivi, comportandosi come tale unicamente in alcuni dei primi fumetti, per poi divenire neutrale; Man-At-Arms era privo di baffi, aggiunti dalla Filmation per invecchiarne l’aspetto (ritorna senza baffi solamente in un paio di episodi, nei quali viene mostrato da giovane); Teela presentava incongruenze rispetto ai minicomics (colore dei capelli, tonalità della carnagione).

MASTERs OF THE UNIVERSE ACTION FIGURE

Versioni Cronologiche  

Come altre linee ludiche, i Masters of the universe sono stati impiegati in numerosi media, il che ha generato varie versioni della storia differenti fra loro e dal contesto originale, con alcune incongruenze.

Mini-Eternia – i primi minicomic (1981-1983) 

In origine tutti i pupazzi furono pubblicati con un fumetto allegato, il minicomic, nel quale erano narrate storie che lo coinvolgevano. Nei primi minicomic, He-Man era un barbaro errante nel mondo di Eternia, un mondo che porta ancora le conseguenze della Grande guerra, che devastò la civiltà affermata, lasciando dietro di sé macchinari e armi, bizzarre e futuribili. Gli eventi causati dalla Grande guerra crearono una spaccatura fra le dimensioni, la quale permise al signore della guerra Skeletor di raggiungere Eternia; questi prende di mira l’antico castello del teschio grigio: Grayskull, la “fortezza del mistero e del potere”, perché chiunque assuma il controllo del castello di Grayskull potrà ottenere il potere di diventare “Dominatore dell’universo” (Master of the universe). Per impedire a Skeletor di raggiungere i suoi obiettivi, He-Man viene dotato di speciali poteri e armi dalla maga del castello, Sorceress (spesso nominata la Dea, The Goddess, nelle primissime storie), e mandato a difendere Grayskull. He-Man è aiutato nella sua missione da diversi alleati eroici, come Man-At-Arms, il maestro d’armi di Eternia, e Teela, figlia adottiva di Man-At-Arms. Skeletor riesce a recuperare una metà della “Spada del Potere” (Power Sword), una grandiosa arma fatata, la quale è anche la chiave per il castello di Grayskull. He-Man possiede l’altra metà, consegnatagli da Sorceress, e deve impedire a Skeletor di collegare le due metà che permetteranno l’accesso al castello.

Per distinguere queste storie da quelle, successive, influenzate dalla serie tv (che uscì quasi in contemporanea alla serie di giocattoli), questa prima versione di Eternia è stata chiamata “Mini-Eternia” o anche “Mineternia”. Nei primi tempi non era ancora ben chiaro chi fossero i “Masters of the universe”; nei primi fumetti l’espressione era riferita ai cattivi, ma poi è passata ad indicare i buoni, che comunque non hanno lasciato il loro epiteto di “Guerrieri eroici” (Heroic Warriors).

Dc Comics (1982-1983) 

Poco dopo il debutto della linea di giocattoli, la DC Comics iniziò la pubblicazione di una serie di fumetti sui MOTU, apportando importanti modifiche alla storia. In questi fumetti si stabilisce l’esistenza del regno di Eternia, governato da re Randor (chiamato re Miro nelle prime storie; il nome di Miro è stato poi utilizzato per il padre di Randor) e dalla regina Marlena; il loro figlio, l’erede al trono, il principe Adam, diventa ora l’identità segreta di He-Man: Sorceress lo sceglie come depositario del potere di trasformarsi in He-Man, per assumere il compito di difendere Eternia. Il segreto dell’identità di He-Man è conosciuto soltanto da Sorceress, da Orco e da Man-At-Arms.

I personaggi dei MOTU furono introdotti nel numero 47 della serie DC Comics Presents; nell’albo si racconta di come Skeletor trasporta Superman nel mondo di Eternia per farlo scontrare con He-Man.

MOTU Snake Mountain

Dominatori dell’universo  (Solo prima serie 1981)

         Guerrieri eroici  (1981)

  • He-Man – Eroe difensore del castello di Grayskull e di Eternia, dotato di forza sovrumana, di grande agilità e resistenza; in realtà He-Man è l’alias del principe di Eternia Adam, che si trasforma in He-Man con la Spada del Potere, una indistruttibile spada incantata capace di respingere fulmini magici e proiettili.
  • Man-At-Arms – Soprannome di Duncan, capo dell’esercito di Eternia e scienziato di corte. È uno dei pochi a conoscenza del segreto di He-Man, suo aiutante e mentore del principe Adam. Padre adottivo di Teela e vittima ricorrente della goffa magia di Orco.
  • Stratos – Re di Avion, patria degli uomini-uccello. La sua razza possiede delle ali negli avambracci, che permettono loro di volare. Nella serie animata del 2002 è stato dotato anche di uno zaino-jet che gli consente una maggiore velocità. In origine era stato concepito come personaggio malvagio.
  • Teela – Amica d’infanzia del principe Adam, e sua maestra d’armi, la bella e volitiva Teela è capitano delle guardie reali. Figlia adottiva di Man-at-Arms, è in realtà figlia di Sorceress (destinata quindi a succederle), mentre del padre si sa soltanto che era un soldato, caduto sul campo. Nella serie animata del 2002 è una adolescente.
  • Zodac (Zodiac) – Difensore cosmico, attento alla conservazione degli equilibri nei vari mondi. Pur essendo un personaggio buono, egli limita i suoi interventi al minimo, per non interferire nella lotta tra bene e male. Nonostante il suo ruolo nella serie animata Filmation, in origine il giocattolo uscì come personaggio malvagio. Nella serie animata del 2002 pur mantenendo la sua carica assume un ruolo molto più incisivo, lottando attivamente contro le forze del male.
  • Battle-Cat – Il primo alleato di He-Man è una possente fiera dallo spaventevole ruggito. La tigre verde Battle-Cat indossa un’armatura dotata di sella, con la quale trasporta il suo padrone. In realtà Battle-Cat è Cringer, l’animale domestico del Principe Adam, che può trasformarsi insieme al suo padrone. Il legame fra i due è di lunga data, e risale alla loro infanzia. Nella seria animata del 1983 Battle-Cat era un animale parlante, mentre in quella del 2002 ha perduto la favella.
masters of the universe he manMASTERS OF THE UNIVERSE MAN AT ARMSMASTERS OF THE UNIVERSE STRATOSMASTERS OF THE UNIVERSE TEELAMASTERS OF THE UNIVERSE ZODACMASTERS OF THE UNIVERSE BATTLE CAT

          Guerrieri diabolici  (1981)

  • Skeletor – Acerrimo nemico di He-Man e antagonista principale dei MOTU. Rappresenta la più grande minaccia ai giorni di Eternia. Cerca di conquistare il castello di Grayskull così che possa ottenere i segreti ed il potere lì custoditi, che lo abiliterebbero a conquistare l’intero pianeta. In origine un alieno proveniente dal pianeta Infinita, abitato da suoi simili, in un minicomic successivo viene accennata la possibilità – mai confermata – che Skeletor possa essere il fratello scomparso del re di Eternia Randor, padre di Adam/He-Man. Inizialmente era un bizzarro stregone dalla pelle bluastra, dal torace scoperto e con un teschio incappucciato. Nella serie animata del 1990 il suo abito si fa più complesso, da stregone, ma a cambiare è soprattutto il volto, che si dota di occhi, passando da scheletrico ad incartapecorito. Nella serie animata del 2002 le sue fattezze tornano alle origini, con la precisazione che il teschio è gravitante sulle spalle. Anche la sua storia si completa, e si scopre che il suo vero nome è Keldor, e la ferita al volto se l’è procurata inavvertitamente da solo in uno scontro con i dominatori, poi sanata a costo di un altissimo prezzo da Hordak.
  • Beast Man – Uomo-bestia dalla grande forza, dalla scarsa intelligenza e dal brutto aspetto: rosso, peloso, gobbo, con zanne e artigli. Dotato di frusta, il suo potere è il controllo telepatico degli animali, suoi veri strumenti di offesa. Si è messo al servizio di Skeletor per affermare la sua autorità sulle belve più feroci.
  • Mer-Man – Vanaglorioso signore dei mari, questo uomo-pesce si contrappone a Beast-Man con il suo controllo sulle creature acquatiche. Anche lui serve Skeletor per incrementare il suo potere, ma mentre Beast-Man non è padrone di nulla egli è, nel mare, re del suo popolo.
MASTERS OF THE UNIVERSE SKELETORMASTERS OF THE UNIVERSE BEAST MANMASTERS OF THE UNIVERSE MER MAN

Altri accessori MOTU 

          Playset

  • 1981 – Castle Grayskull
  • 1983 – Snake Mountain
  • 1984 – Horde Fright Zone
  • 1985 – Horde Slime Pit
  • 1986 – Eternia
MASTERS OF THE UNIVERSE CASTLE GRAYSKULL

          Veicoli da combattimento 

  • 1982 – Battle Cat
  • 1982 – Wind Raider
  • 1982 – Battle Ram
  • 1983 – Talon Fighter/Point Dread
  • 1983 – Attak Trak
  • 1983 – Panthor
  • 1984 – Zoar
  • 1984 – Screeech
  • 1984 – Road Ripper
  • 1984 – Dragon Walker
  • 1984 – Roton
  • 1985 – Stridor
  • 1985 – Night Stalker
  • 1985 – Bashasaurus
  • 1985 – Land Shark
  • 1985 – Spydor
  • 1985 – Battle Bones
  • 1986 – Horde Mantisaur
  • 1986 – Horde Monstroid
  • 1986 – Fright Fighter
  • 1986 – Laser Bolt
  • 1986 – Blasterhawk
  • 1987 – Tyrantisaurus Rex
  • 1987 – Bionatops
  • 1987 – Turbodactyl

MASTERS OF THE UNIVERSE WIND RAIDERMASTERS OF THE UNIVERSE FRIGHT FIGHTERMASTERS OF THE UNIVERSE COLLEZIONETesto tratto e modificato:  http://it.wikipedia.org/wiki/Masters_of_the_Universe

web



free counters

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte@hotmail.com

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!
Share:
Condividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>