LUCCA Come era e Come è oggi

Lucca

Lucca

Lucca è un comune italiano di 89 788 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Toscana. Famosa per i suoi monumenti storici e per l’intatta cinta muraria cinquecentesca, è una notevole città d’arte d’Italia. Ufficialmente di origini romane, ma su probabili insediamenti anteriori, Lucca mantenne la sua autonomia come Stato indipendente per molti secoli, fino a poco prima dell’Unità d’Italia. Legata strettamente al turismo, vive molto grazie anche all’industria e alle vivaci imprese medio-piccole (importanti a livello nazionale sono le cartiere sparse per la provincia).

Lucca

Lucca è una delle principali città d’arte d’Italia, celebre anche al di fuori dei confini nazionali soprattutto per la sua intatta cinta muraria del XV-XVII secolo, che descrive un perimetro di 4.223 m circa intorno al nucleo storico della città e ne fa uno dei 4 capoluoghi di provincia Italiani ad avere una cerchia muraria rinascimentale intatta, assieme a Ferrara, Grosseto, Bergamo;

Lucca

la stessa cerchia, trasformata già a partire dalla seconda metà dell’Ottocento in piacevole passeggiata pedonale, risulta a tutt’oggi come una delle meglio conservate in Europa, in quanto mai utilizzata nei secoli passati a scopo difensivo (Da notare il fatto che fino ai primi anni novanta del 900, Le mura erano utilizzate – grazie alle dimensioni notevoli della carreggiata – come un vero e proprio viale di circonvallazione per il traffico, anche pesante, intorno alla città, unico esempio al mondo di cinta muraria di queste dimensioni e con questa utilizzazione).

Lucca

Di conseguenza anche il centro storico monumentale della città è rimasto pressoché intatto nel suo aspetto originario, potendo dunque annoverare svariate architetture di pregio, come le numerosissime chiese medievali di notevole ricchezza architettonica (Lucca è stata addirittura soprannominata la “città dalle 100 chiese”, proprio per la presenza di numerose chiese nel suo nucleo storico, consacrate e non, presenti in passato ed ora in città), torri e campanili, e monumentali palazzi rinascimentali di pregevole linearità stilistica.

Lucca

Lucca

Lucca

Piazza dell’Anfiteatro quando era adibita a mercato nel 1938

La città vanta anche suggestivi spazi urbani: il più celebre è sicuramente quello di piazza dell’Anfiteatro, nato sulle rovine dell’antico anfiteatro romano ad opera dell’architetto Lorenzo Nottolini ed unico nel suo genere architettonico.

Lucca

Piazza dell’Anfiteatro oggi metà di turisti e vacanzieri

Arteria principale della città storica è la stretta e medievale via Fillungo, che riunisce i maggiori esercizi commerciali della città.

Altre piazze suggestive sono poi piazza San Michele, fulcro storico della città e piazza San Martino, fulcro religioso dove sorge il celebre Duomo di San Martino.

lucca

Invasione pacifica durante il Lucca Comics & Games

Lucca

Lucca

Cartolina anni ’50 con ancora le auto nella Piazza

Piazza Napoleone (chiamata dai Lucchesi anche Piazza Grande), fu voluta da Elisa Baciocchi durante il suo Principato, demolendo antichi edifici medioevali tra cui una chiesa. Adiacente è collocata piazza del Giglio dove affaccia l’omonimo teatro, (Teatro del Giglio), che è da annoverarsi come teatro di tradizione.

lucca

Bandito ogni mezzo di locomozione a motore

Lucca

Piazza Grande con i Pullman

lucca

Oggi la piazza senza auto e la nuova pavimentazione

lucca

Piazza Grande in pasto alle auto negli anni 60 e 70

lucca

Perfino un distributore di benzina

lucca

Oggi solo panchine e tavolini per ristoro

Proprio per questa sua immensa ricchezza storico-monumentale è stata avanzata di recente la proposta di includere le Mura di Lucca nella lista del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Pur rimanendo (come detto)  pressoché intatta … la città ha comunque subito, negli anni,  innumerevoli migliorie e aggiustamenti che, in alcuni casi, hanno stravolto  i vari luoghi tanto da renderli difficoltosi anche per il riconoscimento e ciò anche per noi che siamo gli abitanti. Articolo questo che, ne sono certo, farà sobbalzare tanti di noi lucchesi che avranno modo di rivedere la propria città come, forse, ma l’avevano vista ma che farà sicuramente piacere anche a tanti altri lettori che ammirano le città d’arte con il mutuare degli usi e costumi qui con tantissime belle FOTO in bianco e nero….un simpatico viaggio nel passato che spero interesserà oltre che gli abitanti anche i tanti lettori delle altre città.

Di seguito viaggio nel tempo per rivedere questi luoghi ai tempi dei nostri genitori, nonni e … anche bisnonni. Buon divertimento.

lucca

lucca

Lucca

lucca

Lucca

Lucca

Lucca

Monumento ai Caduti – Piazza Risorgimento

Lucca

lucca

lucca

lucca

Porta Elisa 

Lucca

lucca

Nuova circonvallazione fuori Porta Elisa

lucca

lucca

Porta Elisa oggi con le due sortite laterale aperte durante l’era Fascista

Viale Europa – Rotonda e ponte sulla Ferrovia

lucca

lucca

Lucca – Porta S.Anna

lucca

Fuori porta S.Anna anni ’30

lucca

Ecco come è oggi fuori porta S.Anna

Via Carlo del Prete con Istituto del Fanciullo

lucca

Istituto sulla sinistra … strada in facimento … pochissime case

lucca

Stessa visuale oggi con l’istituto coperto dagli alberi

Di seguito carrellata di altri luoghi storici in attesa di vederli oggi ….

lucca

Porta Giannotti interno

lucca

Borgo Giannotti anni 30

lucca

Via Romana

E se volete un articolo simile ma riferito alla vostra città …. non dovete fare altro che inviami almeno 10 foto (5 di come erano prima e 5 di come sono oggi) riferiti ai luoghi più famosi e belli della stessa in modo che possa costruire un post interessante. Vi aspetto …..

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*