FURGA le più belle bambole del mondo – (Dal 1922)

4OTT13 FURGA

Simona e Sheila…sogno di ogni bambina dell’epoca

 Eccole qua tutte le bambole più belle del mondo – Clicca Sopra

VIDEO 2 - Sylvie, Sheila, Susanna e Simona – Clicca

——————————————————————————————————————————————————-
Curiosando 70 80 90 vi aspetta anche su FACEBOOKDiventa FAN CLICCA QUI:
——————————————————————————————————————————————————-

La famosa azienda italiana Luigi Furga & C. nacque, nel 1870, grazie all’intuizione di Luigi Furga Gornini, un nobiluomo di Mantova che a Canneto sull’Oglio aveva la sua residenza estiva e vari possedimenti terrieri. Luigi era un uomo intraprendente, lungimirante e temerario che, scommettendo tutte le sue carte e le sue iniziative nel campo delle bambole e del giocattolo, in pochissimi anni trasformò un piccolo paese, come Canneto, in un centro universalmente noto come uno dei più importanti distretti industriali del Made in Italy. Inizialmente, Furga impiantò nel suo palazzo un laboratorio per la fabbricazione di maschere carnevalesche, in cartapesta.

bambole furga carletto anni 60

Ecco “Carletto” anni ’60 sempre Furga

Ma dopo cinque anni, decise di effettuare un cambio di rotta e sfruttando l’esperienza ormai acquisita nella lavorazione della cartapesta diede vita alla prima fabbrica italiana di bambole. Quello che a molti era sembrato un salto nel buio si rivelò un’idea vincente e da lì il problema di Luigi Furga Gornini fu solo quello di imparare a diventare “grande”.
Inizialmente Luigi Furga importava le teste in biscuit dalla Germania; ciò è confermato dal ritrovamento, nelle cantine del Palazzo Furga, di numerose teste dell’azienda tedesca Heubach di Köppelsdorf. Ma dal 1922, decise di produrle in proprio senza l’ausilio di nessuna altra azienda…

Ma purtroppo, tutti i sogni sono destinati a finireDal 1970 in poi, l’azienda, che aveva dato vita ad Andrea, Poldina, Giacomino, Ambrogino, Ninì e Nanà, alcune tra “le piu’ belle bambole del mondo”, così come recitava il famoso slogan pubblicitario che le accompagnava, iniziò ad affrontare un lento ma ineluttabile declino.

Malgrado, un’indiscutibile esperienza, proveniente da passione e ricerca, ed un altissimo livello d’immagine e di qualità raggiunto in tutto il mondo, l’azienda venne investita dalla grave crisi economico-finanziaria del giocattolo tradizionale e dalle forti turbolenze politiche in atto. Nel 1993, il crollo: la Famiglia Furga perse definitivamente il controllo dell’azienda. La linea di produzione venne assorbita da una nota azienda di giocattoli, situata a Canneto s/Oglio:la Grazioli spa. Tuttora , la Grazioli che ha cambiato nome in Grand Soleil, si occupa di una piccola produzione di bambole e bèbès contrassegnati F u r g a .

Di seguito bellissima carrellata di modelli di bambole Furga

bambole bebè

Furga Bebè

bambola vintage carolina

Furga “Carolina” anno 1966

bambola brunetto

Furga “Brunetto” anni ’60

collezione bambole minifurga

Bambole “Minifurga” sempre anni ’60

Collezione “Bebè”

bamobla simona e susanna furga

“Simona e Susanna”

bambola daniela giocattoli vintage

Furga qui “Daniela”

bambola teresa giocattoli vintage

Furga “Teresa”

bambola furga paola peonia perla pritty vintage

Furga qui “Paola, Peonia, Perla e Pritty snodata

Furga “Pritty”

bambola capriolina

Furga “Capriolina”

Furga “Peggy, Tina e Pritty”

Furga Pritty

Furga “Pritty Millemosse”

furga pritty hed taglia e ritaglia

Furga “Testa di Pritty” / Bellezza

Bambole Furga…le più belle del mondo

Furga Pritty del 1975

Furga Pritty

Furga Pritty Taglia

Furga 3 Esse

Bambole Furga

Furga “Silvie” anni ’60

Furga “Babisol” la bambola che si abbronza

 Le bellissime foto sono tratte liberamente dalla rete. Nel caso qualcuno possa vantare qualsiasi diritto su di esse mi contatti immediatamente che provvedo a eliminarla oppure ad inserire il link di riferimento come fonte.

web




free counters

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte@hotmail.com

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Share:
Condividi
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>