Curiosità dal mondo – AOGASHIMA come vivere dentro un vulcano

AOGASHIMA

Aogashima

Avete mai immaginato di trascorrere una vacanza avventurosa all’interno di un enorme cratere vulcanico? Esiste un’isola, che è possibile raggiungere in elicottero o in traghetto dal Giappone, abitata da sole 200 persone, che presenta la caratteristica di essere formata da due crateri vulcanici, situati uno dentro l’altro.

L’isola di Aogashima si trova in Giappone, a circa 350 chilometri da Tokyo ed è circondata dal Mar delle Filippine. Si tratta di una piccola isola di origine vulcanica nell’arcipelago delle Izu, la più lontana e la più inaccessibile. La caldera dell’isola è ancora attiva. E fin qui non c’è nulla di strano.

Aogashima

La caldera centrale

Se non fosse che, proprio nel bel mezzo del cratere, è sorto un villaggio dove vivono circa 150 persone.  Essa appare in gran parte incontaminata in quanto le attività e gli insediamenti umani sono concentrati in una sola delle sue zone. Vi è la possibilità di effettuare escursioni lungo le pendici del vulcano centrale e di campeggiare proprio nelle loro vicinanze. La formazione di vapori vulcanici ad alta temperatura permette l’attivazione di una sauna pubblica, il luogo più adatto per rilassarsi dopo una giornata dedicata alla scoperta dell’isola.

Aogashima

La parte più “protetta” della piccola isola

Aogashima vede la presenza di un vulcano attivo. L’ultima eruzione consistente risale ad oltre 200 anni fa ed è datata 1785. È stato stimato che essa abbia causato la morte di almeno 140 persone. Non è dato sapere quando e se il vulcano erutterà di nuovo, una circostanza che potrebbe spingere i viaggiatori a desistere dal visitarla, per non correre rischi. Ammirarne le immagini costituisce comunque uno spettacolo appagante per i nostri occhi. Il piccolo villaggio, invece, sorge nella parte esterna del vulcano, in una zona considerata protetta.

Aogashima

Il villaggio

 

Oggi gli abitanti che hanno deciso di vivere sull’isola sono piuttosto ottimisti e conducono la loro esistenza tranquillamente come se nulla fosse. Anzi. Per via del calore sprigionato dal sottosuolo, la terra è molto fertile e l’acqua è molto calda e ci sono persino alcune sorgenti termali e saune naturali. Se si pensa che l’isola misura 3,5 km per 2,5 c’è davvero parecchio da fare.

Aogashima è un’isola piuttosto selvaggia le cui coste sono frastagliate ma con ripide scogliere dovute ai depositi vulcanici. Non ci sono porti naturali, il che rende l’isola di difficile accesso.  Sono pochi i turisti che arrivano qui ogni anno. E ciò rende l’isola una meta ancora più interessante.

Aogashima

web



free counters

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: francoberte1963@virgilio.it

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*